comunicazioni


I Volontari nelle emergenze

Al verificarsi di una emergenza catastrofica, quale un terremoto con numerose vittime, è altissimo il numero dei Cittadini che si dichiarano pronti a partire per dare una mano. E' una cosa molta bella che fa sorridere. E' necessario che questa disponibilità diventi utile e permanente. Perchè la buona volontà di una cittadina o di un cittadino sia utile è INDISPENSABILE che si sappia cosa è e come funziona la Protezione Civile; è INDISPENSABILE essere formati e qualificati.

Non è possibile e non è "corretta" la partecipazione alle sole emergenze.

La Protezione Civile BUONA si fa in tempo di pace.

Si fa con la formazione, la prevenzione, la informazione.

Al verificarsi di una emergenza catastrofica si attivano e diventano operativi i Volontari che sanno di cosa si parla, conoscono un linguaggio, le procedure, sanno affrontare disagi e difficoltà, hanno molta PAZIENZA, sanno condividere tensioni, passioni, malumori e sorrisi con tutti i soggetti coinvolti.

Nella immediatezza di un evento catastrofico le tensioni sono esasperate ed esasperata -ma ben amministrata- deve essere la pazienza da parte di TUTTI. E' opportuno, necessario, saper riconoscere competenze e ruoli.

Nella Protezione Civile ritengono di operare un grandissimo numero di scienziati, professori, rambi, dirigenti.

Nella Protezione Civile il ruolo più importante lo svolgono le VITTIME ed il loro deve da subito essere comunque un ruolo attivo di partecipazione e responsabilità. I Volontari sono vieppiù utili quando sanno coinvolgere e attivare i Cittadini nello stesso luogo dell'evento.

Dopo alcuni giorni dall'evento si spengono i riflettori  delle televisioni e le Vittime rimangono tali e SOLE.

Se i Volontari saranno stati in grado di curarli omeopaticamente, se sarano stati capaci di reinnamorarli della vita, della casa, della storia ,del LUOGO il futuro si potrà prevedere, se tutto questo non sarà fatto il futuro sarà cupo e le macerie saranno il futuro.




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente