formazione


Il colibrì e la sua piccola goccia

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

il colibrì e la sua piccola goccia

 

IL PRIMO MANUALE DI PROTEZIONE CIVILE IN BRAILLE

PRODOTTO IN ITALIA

 

 

I CIECHI NELLE EMERGENZE

Manuale di auto aiuto per i non vedenti in situazioni di emergenza

Pio Acito   disaster manager

 

Diciamo subito che gli incidenti possono accadere a tutti e quando accadono non è per colpa della cecità.

Terremoti, alluvioni, frane, incidenti ferroviari stradali ed industriali, tuoni e fulmini si ripetono in continuazione sul pianeta Terra e ci sarebbero anche se non ci fosse neanche un cieco.

Succede che gran parte delle catastrofi e degli incidenti sono democratici e quando accadono possono coinvolgere i ciechi, gli ipovedenti ed i loro accompagnatori.

Per poter affrontare le emergenze la prima cosa utile da conoscere è l’origine dei fenomeni.

Sapere come e perché si genera un terremoto, cosa fa attivare una frana, dove si ripetono le alluvioni, consente di essere meglio attrezzati per poter affrontare i fenomeni stessi quando dovessero trovarci coinvolti.

E’ importante capire cosa sta succedendo, la possibile evoluzione degli eventi in corso e quindi poter decidere quali comportamenti assumere per ridurre i danni.

E’ un po’ come avere l’orecchio attento alle previsioni del tempo per decidere come vestirsi prima di uscire o di andare in vacanza.

La buona conoscenza dei luoghi è garanzia di maggiore sicurezza per tutti e quindi anche per i ciechi.

 

…… ha inizio così il primo manuale in Braille che si sia mai stampato in Italia e forse in Europa.

Il manuale è frutto della esperienza di Pio Acito, disaster manager formato dal Dipartimento della Protezione Civile, e dei risultati del corso tenuto presso la Provincia di Matera e frequentato proprio da ciechi ed ipovedenti della UIC e della UNIVOC.  

 

Il corso, frequentato da 20 persone, si è sviluppato su otto incontri settimanali durante i quali i ciechi hanno potuto apprendere della naturalità di molte catastrofi, della necessità di avere comportamenti rispettosi nella gestione del suolo e dell’acqua, della utilità di un salvavita elettrico, di come effettuare una corretta telefonata ai numeri di emergenza per segnalare un incidente domestico e diverse altre cosette, compreso un reale contributo che i ciechi potrebbero fornire nella gestione delle emergenze.

 

Il manuale, oltre che in Braille, è stato stampato in formato “large print” per ipovedenti ed è anche un audiolibro in formato MP3a disposizione gratuita sui siti istituzionali della Provincia di Matera, delle associazioni nazionali dei ciechi e sul sito www.emergenzabasilicata.it

 

Nel corso delle emergenze si assiste ad un gran dispiegamento di mezzi e personale super specializzato, bene, tutto utile ….

 

Ecco, noi del Gruppo Volontari per l’Ambiente di Matera aderente a Legambiente, riteniamo che i Cittadini più deboli abbiano bisogno di maggiore attenzione, è per questo che nel 2003 abbiamo organizzato e tenuto un corso di protezione civile per immigrati, nel 2009 un corso per i sordi ed ora abbiamo appena terminato quello con gli amici non vedenti.

 

Giovedì 22 settembre dalle ore 10.00 a Matera, presso la sala consigliare della Provincia, alla presenza del capo del Dipartimento della Protezione Civile prefetto Franco Gabrielli, si consegneranno gli attestati di frequenza del corso e si distribuiranno a ciechi ed ipovedenti i manuali di auto aiuto.

 

 




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente