attività


Installazione Idrometri per monitoraggio torrenti materani

È stata una tappa importante quella di VENERDI’ 7 FEBBRAIO per la Città di Matera e la parte conclusiva del percorso di Capitale europea della cultura 2019.

Il Gruppo Volontari per l’Ambiente di Matera ha partecipato ai PROGETTI DI COMUNITA’ 2019 proponendo di incrementare la consapevolezza della fragilità del territorio e la partecipazione dei Cittadini al controllo ed alla conoscenza degli eventi naturali estremi.

Dopo aver incontrato studenti del liceo artistico e del liceo scientifico per lezioni e sopralluoghi sui luoghi a maggior rischio idraulico ed idrogeologico, si sono realizzati tre idrometri, due dei quali sono stati posizionati nei giorni scorsi ed attivati, l’uno in località Pantano-Rondinelle sul canale del torrente Gravina (tragicamente noto per la morte di due cittadini altamurani annegati nel novembre del 2011) e l’altro lungo il torrente Guirro presso LaMartella dove sono recentemente sorte numerose abitazioni.

Il terzo idrometro sarà utilizzato quale demo presso le scuole che vorranno cimentarsi nel montaggio di strumentazione scientifica utile alla Comunità.

Gli idrometri avranno la funzione di comunicare ai responsabili del Gruppo Volontari per l’Ambiente le variazioni del livello delle acque nei due canali; le comunicazioni avranno simbologia, contenuti e frequenza diverse in ragione dell’incremento delle portate.

Al raggiungimento di un livello definito di allarme i dati saranno passati agli uffici regionali della protezione civile, al comando provinciale dei vigili del fuoco ed al COC del Comune di Matera.

La attivazione degli idrometri è un ulteriore piccolo contributo alla riduzione del rischio per i Cittadini che si trovino in aree esposte ed è frutto della lunga esperienza nelle attività di Protezione Civile del Gruppo Volontari per l’Ambiente di Matera.

Dopo un periodo di test si valuterà se e come far validare la strumentazione dagli uffici regionali.

Il posizionamento degli idrometri è stato concordato con gli uffici tecnici della Provincia e del Comune di Matera ed è realizzato grazie alla professionalità ed alla disponibilità dei personale della IMPEL, oltre che al contributo di conoscenze ed esperienze del Circolo Legambiente di Matera.

Un grazie particolare a Piersoft Paolicelli per la pazienza e la competenza che ha messo a disposizione nostra e della Comunità consentendoci di mettere assieme tecnologia, passione, prevenzione, riduzione dei rischi.





© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2020
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente