Categorie di rischio


Vasto incendio nel Parco della Murgia Materana

Il comportamento criminale di qualcuno ha bruciato nella giornata di ieri oltre 200 ettari di gariga e prato pascolo.

Il Parco della Murgia Materana ha tra le sue caratteristiche motivazionali la presenza di praterie di substeppa, di mattoral erbacei, di garighe con una altissima varietà vegetazionale e rari endemismi, l'incendio dell'1 luglio ha azzerato per diversi mesi a venire la successione estiva. Ad avvantaggiarsi della situazione successiva all'incendio potrebbe essere solo il pascolo se ancora consentito nonostante il grave incendio.

L'area percorsa dal fuoco si estende da Murgia Timone- versante Jesce- Trasano, Conca d'Aglio, San Campo, il Telefono ed ha lambito le aree a macchia e boscate del versante sulla Gravina di Matera ed il Bradano. Sono stati investiti dal fuoco moltissimi animali, trovati carbonizzati tartatughe e luscengole. Per limitare i danni del fuoco sono intervenuti, a partire dalle ore 12,00, su richiesta del Coordinamento Provinciale del CFS di Matera, tre squadre dei Volontari per l'Ambiente, i Vigili del fuoco, personale forestale della Provincia ed agenti del CFS .   Il fuoco tenuto basso da un vento prevalente da SUD OVEST -Libeccio- ha formato diversi fronti di avanzamento, il più esteso dei quali ha raggiunto ha raggiunto la lunghezza di circa due kilometri.  

Alle ore 20,30 è stata comunicata alla SOUP di Potenza la chiusura dell'intervento.




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente