Categorie di rischio


PROTEZIONE CIVILE: SORVEGLIANZA ONDATE CALORE

26 LE CITTA' DOVE IL SISTEMA SARA' OPERATIVO 24 ORE SU 24

PROTEZIONE CIVILE: SORVEGLIANZA ONDATE CALORE 

 

(AGI) - Roma, 24 mag. - E' attivo da ieri il Sistema Nazionale di Sorveglianza, previsione e di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione predisposto dal Dipartimento della Protezione Civile. Sono 26 le citta' dove il sistema, coordinato tecnicamente dal Dipartimento di Epidemiologia della ASL RM/E, individuato come Centro di Competenza Nazionale (CC), sara' operativo 24 ore su 24. I livelli di attenzione sono tre, dall'1 al 3, ma c'e' anche un cosiddetto livello 0 (indicato con il colore verde sul sito della Protezione Civile), ovvero "condizioni meteorologiche non a rischio per la salute della popolazione". Il livello 1 (colore giallo) e' riferito a condizione meteo "che non rappresentano un rischio per la salute della popolazione ma possono precedere il verificarsi di condizioni di livello 2", una sorta quindi di preallarme di cui tener debito conto. E infatti il livello 2 (colore arancio sul sito web) parla di "temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio", dove per popolazione a rischio si intendono le persone anziane; le persone non autosufficienti; le persone che assumono regolarmente farmaci in grado di compromettere la termoregolazione fisiologica o aumentare la produzione di calore; i neonati e i bambini in piccola eta'; chi fa esercizio fisico (in genere podisti e ciclisti) o svolge un lavoro intenso all'aria aperta in quanto puo' disidratarsi piu' facilmente di altri e spesso neppure accorgersene. Infine il terzo e piu' pericoloso livello, il 3, colore rosso, cioe' la vera e propria "ondata di calore", con condizioni meteo a rischio che persistono per tre o piu' giorni consecutivi. In questo caso e' necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla platea della popolazione a rischio.



© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente