regione


Firmata oggi la convenzione AIB estate 2011

 

Abbiamo saputo dal Dipartimento della Protezione Civile che siamo stati gli ultimi.

Quando abbiamo spiegato a Roma che la Regione Basilicata NON aveva attivato le convenzioni AIB con le organizzazioni di Volontariato non volevano crederci.

A Roma non credevano che la Regione NON era stata in grado di programmare, su pensionamenti notissimi da mesi, le attivazioni con i Volontari.

Ovviamente nessuno indagherà sulle maggiori superfici percorse dai fuochi anche per la mancanza del contributo di spegnimento dei Volontari, oppure diranno che i Volontari non servono.

Ma poi, dopo aver esposto la faccenda a Roma, alla Consulta nazionale del Volontariato presso il Dipartimento, ecco che......

Finalmente!

Oggi, il 22 luglio del 2011, siamo riusciti a sottoscrivere la convenzione con la Regione Basilicata che pure aveva dichiarato lo stato di grave pericolosità il 29 giugno.

E' circa un mese che andiamo sugli incendi assieme ai forestali ed ai vigili del fuoco, ma i perversi meccanismi della burocrazia solo oggi hanno consentito questa benedetta firma.

 

Due brutte novità, brutte ed immeritate per tutti i Volontari.

Con la scusa della data del 22 luglio i contributi sono stati ridotti del 30%, motivazione: oggi firmate e quindi da oggi vale la convenzione. Non fa una grinza .... ditelo a chi accende i fuochi, ditegli di non accendere fino a quando non si sono firmate le convenzioni; e poi, ho davanti le convenzioni firmate negli anni passati, nessuna è stata sottoscritta lo stesso giorno di avvio della campagna AIB ,sempre alcune settimane dopo e poichè, come da incontri ufficiali e verbalizzati presso la Prefettura di Matera, noi siamo stati operativi dall'1 luglio ci è sempre stata riconosciuta la stagione "intera".

30% in meno vuol dire passare da 9mila a 6mila euro, non vuol dire 30% in meno di assicurazione, di nafta, di attrezzature, di officina, quelle sono spese "incomprimibili",  ma vuol dire 100% in meno di generi di conforto per i Volontari, vuol dire niente gelato se stai facendo un turno di sei ore di avvistamento sul cavalcaferrovia di Metaponto, vuol dire niente panzerotto e aranciata al rientro da un incendio di 3 ore a Bernalda, vuol dire niente scarponcini nuovi ai nuovi Volontari, vuol dire niente gomme nuove ai mezzi e quindi minore sicurezza per tutti.

30% in meno ai Volontari NON è come ridurre del 5% le indennità ai signori consiglieri regionali.

Il 30% in meno fa rischiare i Volontari di più. Il 30% in meno avvilisce i Volontari, li offende.

alt

Dal 2008 la Regione NON fornisce nuovi DPI ai Volontari e chi ce li ha bene, gli altri che si arrangino, tanto la "responsabilità" è lasciata al DOS.

La riduzione del 30% è solo la prima delle due brutte novità, ecco la seconda.

Negli anni passati la convenzione prevedeva il compenso per le attività in due tranches ed a settembre, tranquilli, arrivava il 50%.

Quest'anno di grazia 2011, la convenzione non prevede alcuna anticipazione, ma il contributo sarà erogato in unica soluzione al termine della campagna AIB.

Cosa significa? che a settembre, per esempio, danno al Gruppo Volontari per l'Ambiente di Matera 6.122,00 €?

NO, a settembre NIENTE, ad ottobre NIENTE, a novembre NIENTE, ad anno nuovo forse ..... ci sta il "patto di stabilità"!

Cosa ci azzecca il "patto di stabilità" con i fuochi? con l'antincendio, con il sudore dei Volontari, con gli alberi salvati, con le bestemmie contro gli incendiari?

Negli uffici regionali dove abbiamo firmato la convenzione hanno chiesto a noi Volontari di anticipare le spese e di avere pazienza.

Dovremo imparare anche ad essere pazienti ma in quanto ad anticipare le spese: noi NON siamo in condizioni di anticipare alcuna spesa.

Abbiamo i mezzi rotti dagli interventi degli anni scorsi (piaggio porter), abbiamo il Land Rover inguaiato in officina dopo gli interventi nel Metapontino e la Regione ha pagato molte e pesanti officine ed ha finito i soldi, abbiamo il Bremach funzionante ma non operativo perchè non riusciamo a pagare l'assicurazione e l'allestimento AIB.  

Le spese reali di una campagna AIB sono giornaliere; i fornitori di carburanti, giustamente, chiedono di essere pagati ogni mese ... ed allora?

alt

Allora abbiamo, come sempre due soluzioni:

1) Che paghino i Volontari. Cari Volontari volete divertirvi su e giù per i calanghi e dentro e fuori delle macchie in fiamma, ebbene pagatevi il divertimento, ad ogni uscita 20 euro, così con 80 -100 euro al giorno quasi ci siamo.

2) Chiediamo a qualche usuraio di "scontarci" la convenzione, cioè portiamo la convenzione in banca, troviamo un direttore amico che ci apre un fido oneroso (garantito da almeno due persone "serie" - dice lui!) del 60% dell'importo della convenzione con un tempo capestro di sei mesi al 24% che fa circa 1.000 su 3.600 resi teoricamente disponibili e di fatto ci consente di utilizzare 2.600 Euro per la campagna AIB, ma dopo l'approvazione di Potenza- Bari- Reggioemilia-  Londra- Milano......

Io ho scritto un libretto, si chiama lo ZEN ed il Fuoco ...... una cosa tranquilla sui bastardi che appiccano gli incendi, dovrò trovare il tempo per ampliare alcune parti di quel volumetto.

Adesso termino, ci sta un fumo brutto sotto Picciano .... andiamo.

 




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente