dipartimento


Dal sito del Dipartimento

Mattinale del 25 marzo 2009
Incendi boschivi - Eventi sismici - La situazione meteorologica

INCENDI BOSCHIVI
alt
Sei incendi boschivi, sviluppati tutti nel nord Italia, hanno richiesto ieri l’intervento della flotta aerea dello Stato.

Tre Canadair e due elicotteri S64 del Dipartimento della Protezione Civile sono dunque stati impiegati nel bresciano su un incendio di vaste proporzioni che si era esteso per un fronte fuoco di un chilometro in un bosco nel Comune di Bione.
L’intervento dei velivoli e l’opera delle squadre a terra hanno consentito di spegnere l’incendio nel corso della giornata.

Canadair del Dipartimento hanno operato poi anche nel parmense a Medesano, in provincia di Biella nel Comune di Masserano e nelle province di Sondrio e Varese nei Comuni di Tirano e Sesto Calende.
Tutti gli incendi in serata erano stati messi sotto controllo.


EVENTI SISMICI
alt
Due scosse sismiche sono state avvertite ieri rispettivamente in provincia de L’Aquila e nel foggiano.

La prima di lieve entità, ha avuto una magnitudo di 1.8 e si è verificata alle 9.27.
Le località prossime all’epicentro sono stati i Comuni di L´Aquila, Villagrande e Collimento.

La seconda è stata registrata alle 17.55, con una magnitudo di 2.6.
I Comuni prossimi all’epicentro sono stati Cagnano Varano, Carpino e Rodi Garganico.

altNon risulta che le due scosse abbiano provocato danni a persone o cose.

 
 
 
 
 
Fonte INGV

SITUAZIONE METEOROLOGICA

La perturbazione nord occidentale in atto sulla nostra Penisola interesserà ancora per oggi le regioni meridionali, portando condizioni di instabilità su queste regioni.
Domani continuerà ad insistere sul territorio italiano, portando condizioni di maltempo sulle zone appenniniche.

Sulla base delle informazioni disponibili si prevedono, pertanto, in mattinata rovesci o temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia nord-orientale. Le precipitazioni potrebbero essere accompagnate da venti forti, che soffieranno da nord –ovest anche sulla Sardegna e di Foehn sulle zone alpine.
Deboli ed isolate nevicate si potrebbero avere al di sopra dei 1000-1200 metri e sulle zone alpine di confine.

L’evoluzione delle condizioni meteorologiche verrà aggiornata quotidianamente sui bollettini di vigilanza meteorologica pubblicati su questo sito internet.

alt

alt

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Versione completa del bollettino di vigilanza meteorologica

 




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente