emergenze


Una lunga scia di sangue mentre si lavora

Riprendiamo dal sito di Rainews24

 

Più di 1500 vittime l'anno è come se un lungo terremoto attraversasse tutta l'Italia ogni giorno ad ogni ora e lasciasse schiacciati, bruciati, caduti, investiti uomini e donne mentre lavorano.

La prevenzione e la formazione alla sicurezza non sono praticati sufficientemente nel nostro bel Paese.

 

Incidenti sul lavoro, 5 vittime

alt
Giornatanera        alt
Giornata nera
Anche oggi una drammatica sequenza di incidenti sul lavoro in tutto il Paese.
Città di Castello, travolto da una ruspa
Un pensionato di 77 anni è morto a Città di Castello, nella frazione Maccarello di Lerchi, mentre stava lavorando con una piccola ruspa in un terreno di sua proprietà. Si tratta di Isacco Mancini, ex titolare di una impresa per lavori stradali. Con la piccola ruspa stava sistemando una strada sterrata all'interno della sua proprietà. Per motivi ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri avrebbe perso il controllo del veicolo e si sarebbe lanciato a terra. La ruspa si è ribaltata e lo ha travolto uccidendolo.
Imprenditore schiacciato nell'astigiano
A Cisterna d'Asti: Mario Lano, 72 anni, titolare di una impresa edile di San Damiano, è rimasto schiacciato dalla sua ruspa. L'imprenditore, alla guida del mezzo, stava livellando un terreno in forte pendenza per l'apertura di un cantiere. Ad un certo momento l'uomo è sceso dal grosso automezzo, con motore avviato, senza attivare il freno a mano. Mentre si avviava a parlare con due operai la ruspa si è mossa in retromarcia schiacciando l'imprenditore a terra.
A Matera si ribalta trattore,vittima un agricoltore
Un agricoltore di 72 anni, Vito Vincenzo Milano, di Irsina (Matera) è morto in serata, in contrada Notargiacomo, dopo che il suo trattore si è ribaltato, mentre conduceva all'ovile il proprio gregge di pecore.
Operaio morto vicino a Bolzano
Un operaio di 32 anni è morto all'ospedale dopo essersi ferito al capo cadendo mentre era impegnato in lavori di consolidamento di una roccia a Barbiano, un paesino poco distante da Bozlano. L'uomo, Christoph Haas, dipendente di un azienda specializzata in lavori di consolidamento di pareti rocciose, era intento alla posa di un cavo d'acciaio quando ha perso l'equilibrio, cadendo e rimanendo ferito alla testa. Con un elicottero, è stato trasportato dall'ospedale di Bolzano, dove però è morto poco dopo il ricovero.

Morto l'uomo rimasto ferito a Brindisi il 4 novembre
E' morto all'Ospedale 'Perrino' di Brindisi, dove si trovava ricoverato in coma dal 4 novembre scorso, Vincenzo Manderino, 54 anni, dipendente della ditta Nuovo Leucci srl, che si era sentito male ed era caduto mentre si trovava su un cestello e stava effettuando lavori di manutenzione straordinaria del gruppo due della Centrale Enel. Le sue condizioni erano rimaste invariate, cioè molto gravi, da quel giorno. Dopo il malore era caduto urtando la testa. Enel aveva avviato un'indagine interna per chiarire la dinamica dell'accaduto. L'uomo lascia la moglie e 9 figli.
Cade da impalcatura, grave operaio nel salento
Un operaio di Seclì, Fernando Gatto, di 56 anni, è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto Rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dopo essere caduto da un'altezza di nove metri dall'impalcatura sulla quale stava lavorando. E' accaduto a Lequile. L'uomo, operaio per conto di una locale ditta di costruzioni, era impegnato nei lavori di realizzazione della nuova chiesa del comune salentino, in via Carducci. I lavori di intonacatura erano terminati da poco e l'uomo, insieme ad un collega, si stava accingendo a smontare il ponteggio, quando per cause ancora da accertare ha perso l'equilibro precipitando dal piano di servizio dell'impalcatura interna. Nella caduta l'operaio ha avuto traumi in diverse parti del corpo e ora è in coma farmacologico.
Esplode ordigno, ferito artigiano 21enne
Stava facendo controlli sul tetto di un fienile quando improvvisamente è esploso un ordigno (probabilmente una bomba a mano della seconda guerra mondiale) ferendolo gravemente ad una mano. E' successo questo pomeriggio in località Forcole di Crevalcore, provincia di Bologna, ad un ventunenne italiano. Il giovane artigiano era intento a spostare alcune tegole del tetto della cascina, per la quale avrebbe dovuto avviare dei lavori di ristrutturazione dopo aver presentato al proprietario un preventivo. L'esplosione di un ordigno gli ha amputato metà mano. I sanitari del 118 hanno quindi deciso di trasportarlo urgentemente con l'elisoccorso all'ospedale Maggiore di Bologna, dove è tuttora ricoverato.
Cade da traliccio a Salandra, ferito operaio
Caduto da un traliccio alto cinque metri, a Salandra (Matera), un operaio dell'Enel - di 49 anni, di Bernalda (Matera) - è stato trasportato con un'eliambulanza del 118 all'ospedale di Potenza, dove è ricoverato nel reparto di neurochirurgia con una prognosi di 30 giorni per fratture vertebrali multiple. Secondo quanto si è appreso da fonti dell'Enel, l'operaio stava provvedendo al ripristino di una linea interrotta domenica scorsa a causa del maltempo.
Torino, schiacciato da carrello: 21enne in coma
Schiacciato da un carico di 180 chili di surgelati: è in coma un operaio di 21 anni. L'incidente è accaduto la notte appena trascorsa intorno alle 4.30 alla Eutourist Serv-System, un'azienda di Orbassano, in provincia di Torino, specializzata nella confezione e distribuzione di cibi per scuole, alberghi, ristoranti, centri industriali. Vittima dell'incidente un operaio di 21 anni. Secondo le prime ricostruzioni - spiegano i carabinieri di Torino - il giovane, era in un montacarichi, accanto a lui un carrello, un roll box, su cui erano sistemati 180 chili di salumi surgelati, quando all'improvviso il carico si è rovesciato e gli è caduto addosso. Soccorso da un collega, che ha subito chiamato il 118, il ragazzo è stato portato all'ospedale le Molinette di Torino. Il giovane - spiegano dall'ospedale  - ha un trauma cranico e toracico, ed è in coma nel reparto di rianimazione, in prognosi riservata.
Operaio ferito in cantiere a Trento
Un operaio è rimasto ferito nel cantiere sul viadotto che dalla rotatoria del Tridente porta in via Maccani, a Trento nord. L'uomo è rimasto schiacciato da un furgone che stava spostando del materiale. Soccorso dal '118', il ferito è stato trasportato all'ospedale S.Chiara. Dalle prime notizie ha riportato traumi alle gambe.



© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente