emergenze


Nessuna tranquillità nel deserto, 31 morti per alluvione

ALGERIA
3/10/2008   9.56

 

alt

GHARDAIA, ALLE PORTE DEL SAHARA, SOMMERSA DA ALLUVIONE
alt
alt Altro, Brief
alt
alt
E’ di 31 morti e 50 feriti il bilancio ancora parziale delle alluvioni che stanno interessando otto dei 13 comuni della regione di Ghardaia, 600 chilometri a sud di Algeri nel deserto del Sahara. La città di Ghardaia – conosciuta anche perché abitata dai "mozabiti", un gruppo etnico berbero - è quella che ha subito i danni peggiori, tutti i suoi quartieri sono in questo momento sommersi dall’acqua. In soccorso della popolazione hanno già inviato mezzi e uomini la Mezzaluna rossa, la Protezione civile, l’esercito; sul posto anche centinaia di volontari. Più di 400 tonnellate di derrate alimentari sono state inviate dalle regioni vicine, mentre il ministero dell’Interno ha fornito 200.000 coperte, più di un migliaio di tende, tre panetterie mobili, 50 gruppi elettrogeni e una stazione per la produzione di acqua potabile. Per la gestione dell’emergenza ieri ad Algeri si è riunito anche il governo che ha deciso una serie di provvedimenti e ha disposto alcune misure per provvedere ai bisogni degli sfollati.




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente