emergenze


Fa male doverlo dire

http://www.youtube.com/watch?v=31JPdr9JLiE&feature=player_embedded

Perchè ci tocca fare questa parte?

Perchè dobbiamo dire: ve lo avevamo detto?

Ma lo ripetiamo.

Son passati meno di 16 mesi, dal novembre 2009, dalla esercitazione nazionale di protezione civlie per la messa in sicurezza dei beni archeologici svolta a Metaponto ed in quella occasione abbiamo anche diffuso un libretto "MAGNA AQUA". Nel libretto si racconta la storia bagnata del Metapontino, la sua fragilità, la sua incrementata esposizione al rischio, la aumentata vulerabilità e la sua nota pericolosità. Oggi non esistono alibi per nessuno: TUTTI DEBBONO SAPERE CHE IL METAPONTINO E' INONDABILE.

Le piogge intense della notte tra il 1 e 2 marzo del 2011 hanno interessato tutti i bacini della Basilicata e per la loro intera estensione. Più di 100 mm di acqua nelle 24 ore hanno rappresentato una forte mazzata al territorio e hanno messo a rischio migliaia di persone.

Ma è stata la pioggia? Per esperienza NO, è stata la cattiva gestione del territorio, la ignoranza dei Cittadini, la irresponsabilità degli amministratori.

Nel nostro territorie ci sono state migliaia di vittime, perchè sono vittime i cavalli,i vitelli, i maiali, le mucche, i cani annegati e straziati dai ferri e dall'acqua, dalle catene e dalla arroganza ed ingordigia umana.

Sui fatti tencici, sulla gestione della emergenza, sul contributo positivo della Regione alla gestione della emergenza torneremo nei giorni prossimi.

Per ora siamo sul posto assieme ai Volontari, al Comune ed ai Cittadini di Bernalda e Metaponto, ai colleghi dell'ufficio, a tutti coloro che lavorano nel COM di Metaponto.

alt

alt alt

 




© Parte dei materiali in visione sono stati reperiti sul web | Responsabile Pio Acito disaster manager | powerd ideama 2017
Associazione di Volontariato Civile delibera Regione Basilicata n.1331/'94 | Associazione di Volontariato di Protezione Civile - Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento P. C. prot. n. 85990 5.1.1.4/'95 | C.F. 93018590773
Le immagini si riferiscono prevalentemente alle attività dell'associazione. Coloro che si ritengono danneggiati possono richiedere la rimozione, che sarà effettuata prontamente